Picture
TORINO, 12 dicembre - Colpo Juve ne posticipo della sedicesima giornata contro la Lazio. I bianconeri vincono 2-1 e si portano al secondo posto proprio con i bianconcelesti e con il Napoli, a -6 dal Milan. . Al gol del vantaggio di Chiellini in avvio di partita risponde al quarto d'ora Zarate. Al 94' arriva il "gioiello" di Krasic che beffa Muslera regalando tre punti importantissimi alla Juve.
 
BOTTA E RISPOSTA - La Juve parte che meglio non si può. Dopo neanche due minuti di gioco, infatti, i bianconeri passano in vantaggio con un colpo di testa di Chiellini su corner di Aquilani, titolare a centrocampo al fianco di Felipe Melo. Con loro sugli esterni Marchisio e Krasic. In avanti la coppia Iaquinta-Chiellini. Ci sono tutte le premesse per gestire l'1-0 e colpire negli spazi, ma la Lazio è brava a non farsi intimidire e a trovare quasi subito il pareggio con Zarate. L'argentino al 14' batte Storari da pochi passi dopo che il portiere bianconero perde palla in uscita. Proteste dell'estremo difensore per un presunto fallo ai suoi danni. Dopo l'1-1 cala il ritmo di gioco, ma non mancano occasioni da gol da una parte e dall'altra. Floccari sciupa il possibile raddoppio per la Lazio dopo un errore di Bonucci, mentre Aquilani colpisce la traversa su punizione. Prima della conclusione di tempo Krasic va vicino al gol con un pallonetto e, ancora Aquilani, prova a impensierire Muslera con una conclusione dal limite. 

COLPO KRASIC - L'unica novità in avvio di ripresa è la maglia della terna arbitrale. Gialla anziché quella nera del primo tempo che si confondeva con quella verde scuro dei giocatori della Lazio. La Juve parte bene, con Iaquinta che svirgola su un bell'assist di Krasic e poi con Aquilani che mette in difficoltà Muslera con un bel tiro da fuori. Come nel primo tempo, dopo l'avvio brillante il ritmo cala, ma la Juve resta pericolosa. Al 16' la Lazio è costretta a inserire Diakite al posto di Biava, ko dopo uno scontro di gioco con Dias. Nella Juve, che non sfrutta al meglio i cross di Krasic, Pepe entra per Marchisio (problema al polpaccio per lui). Poco dopo Del Neri decide di inserire Del Piero al posto di Quagliarella. I bianconeri tornano a spingere, e costruiscono un'altra palla-gol con Pepe. La Juve resta in avanti, ma non riesce a concretizzare le tante azioni offensive. Col passare dei minuti, comincia a farsi sentire la stanchezza e, dopo le tante occasioni mancate, i bianconeri rischiano di farsi sorprendere da Zarate, ma Storari è attento e salva la Juve dalla possibile beffa. Nel recupero risponde Muslera per la Lazio, respingendo in angolo una punizione di Del Piero. La partita sembra finita ma, proprio allo scadere, arriva il gol-partita di Krasic che con un pallonetto beffa Muslera e regala la vittoria alla Juve.


 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter