Picture
VINOVO, 3 novembre - Contrordine. Fabio Grosso e Hasan Salihamid zic tornano a disposizione del tecnico Luigi Del Neri a parti re dalla sfida contro il Cesena, non potendo essere schierati in Europa perché non inseriti nella lista Uefa. La decisione, presa dai vertici societari, è ar rivata nel pomeriggio di ieri, dopo che in mattinata i due giocatori avevano disputato per la prima volta la partitella insieme con il resto della squa dra. 

LINEA MENO DURA - Un reintegro dettato dalla dram matica emergenza infortuni, soprattutto in difesa dove sono finiti in infermeria tre dei quattro esterni di ruolo (l’uni co “sano” è rimasto Marco Motta), tanto che domani sera contro il Salisburgo tocca a Si mone Pepe arretrare sulla fa scia. E proprio l’urgenza del momento ha condizionato il cambiamento di linea da par te del club.
 
SOLO AMICHEVOLI - In estate, Beppe Marotta, in ac cordo con il presidente Andrea Agnelli, era stato intransigen te sulla posizione dei due bian coneri: Grosso e Salihamidzic erano fuori dal progetto e dun que sollecitati a trovarsi una squadra, come è accaduto per David Trezeguet, Mauro Ca moranesi, Diego e Jonathan Zebina. Anzi, a differenza del bomber, dell’esterno e del fan tasista, i due non hanno mai disputato una gara ufficiale, neppure nei preliminari di Eu ropa League. Soltanto Grosso -Salihamidzic era bloccato in infermeria da una tendinite era stato utilizzato nelle prime amichevoli a Pinzolo e nella trasferta di Lubecca contro l’Amburgo, ma dalla sfida con il Lione in poi anche per lui si sono chiuse le porte.
 
OFFERTA MILAN - Fino al 31 agosto la Juventus aveva spe rato - invano - che i due bian coneri trovassero spazio altro ve. Per Grosso era addirittura arrivata un’offerta allettante, il prestito al Milan nell’ambito dello scambio con Kaladze, ma il difensore aveva rifiutato il trasferimento per questioni familiari: dopo una stagione a Torino e con ancora due anni di contratto non voleva sposta re un’altra volta moglie e figli, a costo anche di finire ai mar gini della squadra, come del re sto è avvenuto. Stesso discorso per Salihamidzic, che ha detto no a tutte le proposte, dall’Ein tracht Francoforte al Paok Sa lonicco, ed è rimasto a Torino. 

CON IL GRUPPO - In un pri mo tempo, i due bianconeri si sono anche allenati a parte, svolgendo i loro esercizi in un campo diverso o in un altro momento della giornata ri spetto alla squadra. Poi, dal 9 settembre, Del Neri li ha sdo ganati inserendoli con il grup po almeno nella parte fisica, fa cendogli saltare la tattica e le partitelle. L’esclusione non ha comunque condizionato i rap porti con i compagni o l’atteg giamento: entrambi si sono im­pegnati nella routine quotidia na anche se è stato sicuramen te un peso dover rinunciare al la partita. Adesso toccherà a lo ro dimostrare di essere all’altezza del gruppo anche co me atteggiamento mentale. 

RITORNO TEMPORANEO - Sono attesi dunque domenica contro il Cesena, magari non da titolari dal momento che possono reggere circa un’ora di gioco. Per arrivare a ciò, però, la società ha dovuto superare le resistente di una parte dei dirigenti, non disposta alla ria bilitazione perché avrebbe si gnificato dare loro troppo im­portanza. Comunque, il loro reintegro viene considerato soltanto temporaneo, in attesa della riapertura del mercato e della guarigione dei tanti infortunati.


 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter