Picture
TORINO, 7 novembre - Decima giornata del campionato di serie A. Una Juve che definire incerottata è soltanto un eufemismo, va sotto contro il Cesena, colpita da Jimenez dopo poco più di dieci minuti.  Poi rialza la testa con un rigore del suo capitano, Alex Del Piero. Prende fiducia e spicca il volo con Quagliarella. A fissare il risultato sul 3-1, a tre minuti dal novantesimo, ci pensa Iaquinta. In virtù della sconfitta della capolista Lazio, nel derby contro la Roma, i bianconeri si portano a -4 dalla vetta. 

DERBY ALLA ROMA - La Roma fa suo il derby, blocca la possibile fuga della Lazio e rilancia le sue ambizioni in campionato. All'Olimpico finisce 2-0 con le reti su rigore di Borriello e Vucinic. Dopo un primo tempo con occasioni per Hernanes, Perrotta e un gol annullato a Greco (subentrato a Menez) per offside dubbio di Borriello, la stracittadina romana si infiamma nella ripresa. Al settimo, infatti, proprio Borriello trasforma in maniera sporca un calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Lichtsteiner su una conclusione di Simplicio. Dal dischetto il centravanti giallorosso, al quarto gol in campionato, calcia in maniera debole e centrale, con Muslera che riesce quasi a fermare il tiro rimanendo beffato dalla sfera che lentamente si è infilata in porta. La Lazio reagisce e cerca il pari, sfiorandolo con Hernanes che viene ipnotizzato in uscita da Julio Sergio. Simplicio coglie la traversa, Mauri reclama un rigore per una trattenuta di Riise in area piccola, Foggia colpisce il palo. Poi il contropiede di Julio Baptista, steso in area, e l'altro tiro dagli undici metri che decreta la fine di un match con tanti episodi che scalderanno le discussioni dei prossimi giorni. Con questo successo la squadra di Ranieri ferma la capolista e raggiunge a quota 15 punti la Sampdoria.

MILAN, SORPASSO ALL'INTER - Dietro la Lazio ora c'è il Milan, che passa a Bari 2-1 e si assesta a due punti dai biancocelesti, sorpassando i cugini dell'Inter. Al San Nicola apre subito Ambrosini e poi raddoppia Flamini, nella ripresa non serve a Ventura il gol speranza di Kutuzov: il tris firmato Pato vanifica la stilettata velenosa di Barreto nel finale. 

AVANTI NAPOLI - Vittoria anche per il Napoli (2-0) che continua la corsa in campionato a braccetto con la Juve. Al San Paolo il protagonista è uno solo: Edinson Cavani. L'uruguaiano batte da solo il Parma con una doppietta da bomber vero, da capocannoniere del campionato che aggancia Eto'o a quota otto gol. Pari senza reti tra Samp e Catania, finisce 1-1 a Udine il match tra i friulani e il Cagliari.

 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter