Picture
TORINO, 5 novembre - Di solito si tiene il muso a chi si vuole bene ed è in dubitabile che la Juventus e Buffon se ne voglia no ancora tanto. Così come che si stiano tenendo il muso. La notizia striscia dall’estate, ma lo sgarbo di ie ri ha squarciato il velo che pudicamente l’avvolgeva. Perché l’assenza di Gigi a tutte le partite della Juven tus aveva già dato nell’occhio, almeno quanto la sua chiassosa presenza a quelle della Carrarese; così come la latitanza da Vinovo, dove i compagni quotidiana mente s’allenano senza aver mai ricevuto una visita dal loro numero uno, al contrario di quanto accaduto a Genova dove Buffon è piombato persalutare gli az zurri prima di Italia-Serbia. E il fatto che ieri non si sia presentato all’appuntamento perla foto di gruppo ha infine scoperchiato la tensione: no, non è un momen to idilliaco fra il portiere e il club e, sì, questo potreb be essere la premessa perun divorzio estivo. Potrebbe. Buffon e la Juventus non si parlano da quest’estate, ma dovrebbero farlo prestis simo. Questione di giorni. Un incontro per ragionare sul fu turo, magari partendo dal presente e dal piccolo inci dente diplomatico della foto grafia. E se per ovviare alla mancanza di Buffon (e di Amauri, influenzato) nel po ster di squadra ci penseran no i tecnici di photoshop, per un “ritocco” del rapporto fra portiere e club serviranno in vece molte parole e tanti chiarimenti. 

DUBBI E CHIARIMENTI Buffon, infatti, si sente “tra scurato” dal club. Abituato a essere al centro del progetto in ogni sua fase, si è sentito un po’ ai margini da quando la Juventus ha rivoluzionato i vertici societari. Dall’altra parte i nuovi vertici societari non hanno gradito i compor tamenti di cui sopra. Anche se la questione fondamenta le che le parti dovranno chia rire reciprocamente è la vo lontà sul futuro. La Juventus vuole scommettere ancora su Gigi? Gigi vuole rimanere nella Juventus? Inutile na scondere che qualche dubbio c’è da entrambe le parti. E anche se nessuna squadra europea si è concretamente fatta sotto per offrire, al club o al portiere, un futuro diver so, non mancherebbero cer tamente le opportunità qua lora Buffon dovesse essere messo in vendita, nonostante un ingaggio intorno ai sei mi lioni di euro, che risulterebbe proibitivo anche per un Man chester United (e che non a caso è “il” dubbio principale della Juve). 

RECUPERO
 Si chiariranno, dunque, o per lo meno ci pro veranno, in attesa che Buffon torni Buffon, ovvero che com pleti il lungo percorso riabili tativo intrapreso dopo l’ope razione alla schiena. Il por tiere l’ha intrapreso nel mo do più serio possibile, s’impe gna maniacalmente ogni giorno nelle sei ore che deve dedicare alla riatletizzazione del suo fisico. E proprio le sei ore di fisioterapia e allena menti sono la giustificazione (e non la scusa) per aver “bi giato” la seduta fotografica di ieri. Dovrebbe tornare in campo fra gennaio e febbraio, allora si capirà certamente di più. Claudio Prandelli lo aspetta a braccia aperte ed è convinto che «tutto l’eccellen te lavoro che sta svolgendo in queste settimane gli allun gherà la carriera e lo renderà ancora più forte». Luigi Del Neri non si scompone più di tanto, si gode l’ottimo e rego lare rendimento di Marco Storari e con pragmatismo friulano aspetta di pensare al ritorno di Buffon quando Buffon sarà effettivamente... tornato. Non prima. Tant’è che neppure lui ha più parla to con il portiere, dopo un pri mo fugace contatto avvenuto in estate, pochi giorni dopo la sua nomina a tecnico juven tino. 

SEPARAZIONE O NO? I tifosi osservano, un po’ come i figli che sentono papà e mamma litigare, e aspettano pure loro il ritorno di Gigi, per quanto le sue “assenze” non siano passate inosserva te neppure al popolo bianco nero che conserva con il nu mero uno un rapporto spe ciale e un legame forte. Do vranno aspettare, nell’ordi ne: l’incontro dei prossimi giorni, le prime partite di Buffon, le evoluzioni prima verili di questa storia che la scia aperto qualsiasi finale. Anche quello della separazio ne, con il Manchester United come destinazione probabile, ma affatto certa, perché è ve ro che sarà l’unica grande d’Europa a caccia di un por tiere in estate, ma gli estima tori di Buffon si trovano pu re in altre città inglesi o in Spagna. Ma non è detto: quello che ora pare inevita bile, viste le premesse, ha tutto il tempo di cambiare nel corso dei prossimi sei me si, decisivi per il futuro della Juventus così come quello di Buffon. 


 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter