Picture
COVERCIANO, 16 novembre - «Da quando ho ritrovato continuità a Liverpool il mio pensiero fisso era la Nazionale: ci sono riuscito e ringrazio mister Del Neri». Alberto Aquilani è grato al club bianconero e al tecnico per avergli fatto riguadagnare la Nazionale. «Siamo un bel gruppo - prosegue il centrocampista - voglioso di fare bene. Giocare con due laziali come Ledesma e Mauri? Nessun problema». La Juve? «Siamo facendo bene, fra i nostri obiettivi c'è quello di restare sempre ai vertici della classifica, ma siamo una squadra in costruzione, e a livello di nomi ci sono altre squadre più attrezzate di noi per lo scudetto»

LA NAZIONALE 
- «Sono tornato in Italia per cercare continuità, la Juve era un'occasione troppo importante per lasciarmela scappare, e poi sapevo che tornando e facendo bene avrei potuto riconquistare la Nazionale. Non sono stupito di questo mio ritorno in Nazionale dopo poche gare di campionato - ha continuato il centrocampista della Juve -. Già nelle ultime 10 gare mi sentivo bene, ovvio che tornando in Italia l'obiettivo era anche tornare in Nazionale»

ANCORA SULLA JUVE 
- Sui traguardi della stagione Aquilani ha aggiunto: «A livello di nomi il Milan è più avanti di noi, ma proprio a San Siro contro i rossoneri la Juve ha dimostrato che con il cuore e la determinazione può fare bene. Non considero la squadra bianconera una tappa di passaggio, lì sono in prestito con diritto di riscatto a circa 15-16 milioni, dovranno decidere loro, ma so che dipenderà anche da me. Se mi vogliono acquistare io resterei volentieri».


 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter