Picture
MILANO, 13 ottobre - La Juventus è pronta a ripresentarsi sul mercato di gennaio pensando già anche a quello del prossimo giugno. Il duplice impegno implica scelte ben precise. La prima, più immediata, è legata all’emergenza difensiva innescata dall’infortunio (ernia discale) dell’ex- napoletano Rinaudo. Del Neri ha bisogno di rinforzare gli ormeggi nei pressi della porta di Storari. Ma un occhio di riguardo va concesso anche alla lunga, estenuante ma per nulla scoraggiante rincorsa al sogno... infinito che ha un’identità ben precisa: Edin Dzeko.

JOHNSON - Andando in ordine cronologico, la Juventus sta perlustrando varie piste che conducono a elementi di varia caratura tecnica e prezzo. L’oggetto nemmeno poi così tanto oscuro del desiderio juventino è l’inglese Glen Johnson, 26 anni, terzino destro del Liverpool che nel giugno 2009 lo ha acquistato per 17 milioni di sterline (circa 19 milioni di euro) dal Portsmouth. Come è noto la situazioneeconomica deiRedsè ormai drammatica e, quindi, la Juve potrebbe sfruttare la situazione a suo favore. Sui taccuini degli uomini-mercato bianconeri ci sono anche altri nomi. Meno pregiati, coinvolgenti almeno dal punto di vista economico, dove spiccano anche nomi decisamente conosciuti. Come quello di Massimo Oddo che, già all’inizio del recente mercato estivo, era stato molto vicino alla squadra bianconera perchè rientrava nei progetti dello stesso Del Neri. Altri possibili obiettivi sono rappresentati da due autentiche giovani scommesse della Bundesliga: il greco Kriakos Papadopoulos (classe 1992) che milita attualmente nello Schalke 04 dove gioca anche il gigantesco diciannovenne camerunese Joel Matip (193 centimetri daltezza per 89 chili).

DZEKO - Ma la Juventus non ha mai perso la speranza di poter conquistare finalmente il bosniaco Edin Dzeko. Il quale ha ottenuto precise garanzie dal suo club, il Wolfsburg, di poter essere finalmente lasciato libero alla fine di questa stagione.Le cifre sono note: a fronte dei 40 milioni previsti dalla clausola rescissoria, Dzeko ha la facoltà di poter far abbassare notevolmente il prezzo rinunciando ai 4 milioni che gli spettano come buonuscita che verrebbero corrisposti, in egual misura, anche dal club tedesco facendo scendere il prezzo a 32 milionidi euro.


 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter