Picture
TORINO - "È stata una visita di cortesia al presidente federale e al direttore generale. Abbiamo discusso di vari temi che sono all'ordine del giorno e siamo fiduciosi che le cose si muoveranno. Adesso li lasciamo lavorare in pace". Sono le parole di Andrea Agnelli, presidente della Juventus, intercettato stamani all'uscita della Figc. Il nipote dell'Avvocato, arrivato con il direttore generale bianconero Giuseppe Marotta, ha incontrato il presidente della Figc, Giancarlo Abete, nella sede di via Allegri dove oggi era in programma una nuova riunione tra la Lega di Serie A e l'Assocalciatori per trovare un'intesa sul rinnovo dell'accordo collettivo. L'occasione è servita alla dirigenza della Juve per chiedere alla Federcalcio di dare seguito all'impegno preso sulla vicenda Calciopoli 2, anche alla luce delle recenti acquisizioni dei 228 cd con 170mila nuove intercettazioni che coinvolgono gli allora vertici del calcio nostrano. Un modo per accelerare i tempi di una questione, quella della revoca dello scudetto 2006, che sta molto a cuore al club di corso Galileo Ferraris e ai suoi tifosi.

DIFESA SOTTO TORCHIO -
 La Juve fa gli straordinari. Questa mattina Delneri ha convocato i suoi difensori per una seduta tecnica fuori programma, rigorosamente a porte chiuse. Tutti a ripetizione per un'ora, compreso l'acciaccato Chiellini che dovrebbe recuperare in tempo per la partita di giovedì sera all'Olimpico contro il Palermo: schemi, movimenti, lavoro di reparto. Dopo i sei gol incassati contro Sampdoria e LechPoznan, a Vinovo è suonato l'allarme. Il tecnico bianconero, noto perfezionista della fase difensiva, è corso immediatamente ai ripari sottoponendo i suoi ad alcune sedute extra. Hanno analizzato gli errori commessi, individuando nuove strategie per evitare i gol. L'obiettivo finale è di trasformare la linea arretrata bianconera in un bunker inespugnabile. Il lavoro paga, i primi frutti sono arrivati domenica scorsa a Udine quando, dopo ben 15 trasferte a porta aperta, la Juve è riuscita a non incassare gol. Nella seduta pomeridiana, questa sì annunciata e a porte aperte, la squadra ha sudato tra la palestra e il campo, dove ha svolto un lavoro prevalentemente tattico. Chiellini, già testato in mattinata, si è allenato a parte. Assenti Buffon, Traorè e Grosso, mentre Martinez per la prima volta è tornato a lavorare con il gruppo. Tra una settimana l'uruguayano sarà nuovamente abile e arruolabile. 

 


Comments




Leave a Reply

    Archives

    Gennaio 2011
    Dicembre 2010
    Novembre 2010
    Ottobre 2010
    Settembre 2010

    LoveMyProfile.com - Profile Counters
    online counter